Il “cavaliere senza cavallo”: storia di un padre errante

Ambizioni sconfinate, desiderio di dominare o di eccellere, tendenza a fondersi con figure onnipotenti: caratteristiche di un uomo – l’ homme engagé di H. Kohut – che è pervaso da un bisogno irrefrenabile di perseguire obiettivi grandiosi e di fondersi con soli sentimenti di trionfo.

Queste personalità, soprattutto se creatori sociali, immesse in certi strati collettivi orientati al narcisismo patologico (o “narcisismo di morte”, secondo la definizione di A. Green) mostrano un atteggiamento ipocrita verso persone assolutamente normali – che sono tali perché rispondono – prendendone coscienza – alle proprie forze interiori e sono presenti sulla scena della storia come saldi “cavalieri sul cavallo” – considerandole alla stregua di persone “diversamente abili”.

L’esperienza di disgregazione che queste persone producono nei loro figli è un dato estremamente evidente, che essi però trascurano in quanto impegnati a chiedersi: da dove viene questa eccessiva vulnerabilità di mio figlio? Perché ha sempre bisogno di approvazione e di sostegno? Perché questa interazione traumatica con i genitori? Perché questa continua rabbia che porta ad una reazione catastrofica in situazioni banali?

Questi padri sono bravi e capaci di diagnosticare nei figli una grave debolezza dell’Io che minaccia il loro equilibrio psichico. Le cause di tali manifestazioni però saranno sempre cercate altrove da sé, senza tentare – neanche per un attimo – di “patteggiare” con il proprio figlio quel sintomo la cui origine è proprio nell’immagine di un padre che continua ad essere “cavaliere senza cavallo” e sempre troppo orgoglioso dei suoi “gradi fallici” (segno della sua automutilazione psichica) che non gli permettono di tollerare un figlio imperfetto.

5 commenti


  1. Fatal error: Uncaught Error: Call to undefined function ereg() in /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-content/themes/sandbox/functions.php:279 Stack trace: #0 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-content/themes/sandbox/comments.php(35): sandbox_commenter_link() #1 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-includes/comment-template.php(1532): require('/home/mhd-01/ww...') #2 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-content/themes/sandbox/single.php(53): comments_template() #3 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-includes/template-loader.php(106): include('/home/mhd-01/ww...') #4 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-blog-header.php(19): require_once('/home/mhd-01/ww...') #5 /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/index.php(17): require('/home/mhd-01/ww...') #6 {main} thrown in /home/mhd-01/www.ri-vivere.it/htdocs/wp-content/themes/sandbox/functions.php on line 279